IL MENÙ

Alcuni tra i vari piatti che potrai degustare da noi…un piccolo assaggio della nostra cucina.

GLI ANTIPASTI

Dai salumi alle verdure, dalle torte salate ai chisolini, dai crostini di grasso pisto alla bortellina..

Bortellina

La bortellina è un piatto antichissimo, semplice e gustoso, realizzato con ingredienti poveri. Stemperando farina, acqua e poco sale si crea una pastella morbida e la si versa un poco alla volta in una padella contenente olio di semi di arachide. La si può gustare da sola o accompagnata ai salumi piacentini DOP.

Salumi Misti

Come vuole la nostra tradizione, troverai i migliori salumi DOP piacentini: Coppa, Pancetta e Salame.

Crostini di Grasso Pisto

Quadratini di pane al forno spalmati di una crema preparata con il lardo di maiale pestato/tritato con verdure. Il lardo di maiale un tempo costituiva una delle poche possibilità di assumere proteine animali in una dieta povera di grassi.

Gli altri Antipasti

Verdure della casa, Focaccia, Torta di Patate, Torta salata, Chisolini.

I PRIMI PIATTI

Ah la pasta…se poi è anche fatta in casa è irresistibile…

Tortelloni di Stracotto

E’ un nostro piatto. Sono una pasta ripiena all’uovo con la sfoglia verde ottenuta a seconda della stagione con spinaci o ortiche. Il ripieno è composto da carne di manzo e maiale stracotta e tritata, con l’aggiunta di pane grattugiato e sugo di cottura, formaggio Grana Padano grattugiato, uovo e sale. Una volta cotti, vengono spadellati con panna e sugo bianco ai funghi porcini.

Tortelli Ricotta e Spinaci

La loro particolare forma a treccia con una doppia coda li rende un piatto tipico piacentino. La pasta è all’uovo, ripiena di ricotta, spinaci, uova, formaggio Grana Padano e un pizzico di sale. Durante l’anno li prepariamo con alcune varianti: al posto degli spinaci, con le ortiche o il radicchio. Sono ottimi conditi semplicemente con burro fuso e salvia, o con il sugo di pomodoro e funghi porcini.

Pisarei e Fasö

Per questo piatto di origini contadine vengono utilizzati ingredienti poveri, farina e pane raffermo, e per il sugo parti derivanti dalla macellazione del maiale come cotiche, salsicce o lardo e i prodotti dell’orto. La parola pissarei ha diverse spiegazioni, una è la storpiatura della parola piacentina Bissa, cioè biscia-serpente come la forma delle strisce di pasta prima di essere tagliate, e un altra è la parola Pisar, cioè pestare-schiacciare, I pisarei vengono spadellati nel sugo di passato di pomodoro, cipolla e fagioli borlotti. Il sugo deve essere “barsot” cioè non troppo brodoso ma neanche troppo denso e rosso.

Chicche della Nonna

Derivate dagli gnocchi, le chicche, piatto antico della tradizione contadina piacentina erano a volte verdi perché a disposizione c’erano gli spinaci, altre volte rossi o gialli, perché c’erano i pomodori o la zucca, Le patate vengono lessate, sbucciate e passate nel passaverdura per essere impastate con gli spinaci, lessati e sminuzzati finemente. Si arrotolano piccole porzioni dell’impasto e si tagliano in cilindretti. Le chicche, una volta cotte in acqua bollente, si spadellano con un sugo di pomodoro, cipolla, funghi e panna.

Anolini in Brodo

La tradizione vuole che durante la vigilia di Natale le famiglie piacentine si riuniscano per la preparazione degli anolini di Natale o “anvein d’ Nadal” in dialetto. Piatto di origini antiche, ricco ed elaborato, come del resto molti piatti proposti nelle festività importanti, gli anolini sono un tipo di pasta ripiena. La sfoglia all’uovo racchiude il ripieno di carne di manzo e maiale e formaggio. Gli anolini vengono cotti poi nel brodo di carne detto “di terza” ossia ottenuto da tre differenti carni diverse. In alcune parti della provincia il ripieno è di solo formaggio. Dal Comune di Fiorenzuola d’Arda sono riconosciuti prodotto De.co. 

Gli altri Primi

Tortelli di Ricotta e Ortiche (se di stagione), Tortelli di Ricotta e Radicchio Rosso, Tortelli di Ricotta e Zucca (se di stagione), Gnocchetti di Zucca (se di stagione) con sugo rosso ai Funghi, Lasagne, Crespelle ai Funghi, Tagliolini Bianchi e/o Verdi con Panna e Porcini, Tagliolini Bianchi e/o Verdi con Pasta di Salame, Risotto ai Funghi, Risotto con Pasta di Salame, Bomba di Riso, Gnocco ripieno.

I SECONDI

Il nostro territorio è apprezzato per le carni bovine e suine, e noi, quando le prepariamo, ci mettiamo il ❤️

Picula ad Caval

Si tratta di un ragù di carne trita di cavallo, sicuramente più antico del ragù di manzo e più robusto nel gusto. La carne in umido è preparata con soffritto di cipolla e aglio al quale vengono aggiunti peperoni, pelati, carote ed erbe aromatiche. Una volta era considerato un piatto povero, oggi viene considerato un piatto caratteristico che delizia i palati di quelli che a tavola ricercano i sapori genuini come solo i nostri nonni sapevano fare. Questo piatto si sposa perfettamente con la polenta.

Coppa Arrosto

La parte di carne del maiale utilizzata è la stessa che si può speziare, stagionare e mangiare come salume. In questo caso si concia la coppa fresca con sale pepe e spezie miste, si cuoce arrosto con olio, cipolla, aglio, rosmarino ed altri sapori.

Guancialini al Gutturnio

Questo piatto prevalentemente invernale è un classico della cucina tradizionale delle colline piacentine. Il guanciale del maiale o ganassino è una carne ricca di collagene che, tramite una lunga cottura a fuoco basso diventa estremamente tenera e dal sapore squisito. Questa carne viene stracotta con cipolla, carota, aglio, sedano, rosmarino, chiodi di garofano, alloro, bacche di ginepro, salvia e poi sfumata con il gutturnio superiore, e servita con polenta o purè di patate.

Prosciutto Crudo Arrosto

E’ la stessa parte di carne del maiale dalla quale si ricava il prosciutto crudo. La si mette arrosto con olio, soffritto di cipolla ed altri sapori. Viene tagliata sottile e siccome è poco grassa e molto saporita, incontra il gusto di adulti e bambini.

Gli altri Secondi

Arista alle Cipolle, Salame cotto o Cotechini, Arrosto di Maiale, Arrosto di Vitello, Coscia di Maiale Arrosto, Maialino Arrosto, Carne Lessa (Maiale, Manzo, Gallina), Carne alla piastra,
Stracotti e Brasati, Selvaggina su ordinazione, Roast Beef, Formaggi Misti.

I Contorni

Patate al forno, Purea di patate, Insalata o Cicorie di campo, Pomodori, Polenta.

I DOLCI

Per coronare il tutto…crostate alla frutta, alla ricotta, ciambella…da leccarsi i baffi!

Crostata di Marmellata

La crostata è un dolce di pasta frolla tipico della tradizione piacentina e farcito con la confettura ricavata semplicemente dalla cottura delle prugne delle nostre piante e zucchero.

Torta al Cioccolato

E’ una torta morbida, tutta di cioccolato, ricoperta con una glassa di cioccolato.

Torta agli Albumi

Questa torta è morbida all’interno e all’esterno leggermente croccante grazie agli albumi montati a neve con lo zucchero e mescolati con la farina e, a piacimento, con burro o olio (anche nel caso di intolleranti al lattosio).

Gli altri Dolci

Crostata della casa al Cioccolato, Crostata della casa alla Ricotta, Crostata di Frutta Fresca, Ciambella Piacentina (o con le Noci).

DA BERE

Scegliamo con cura le cantine locali per assicurarti la più piacevole sensazione…e ci mettiamo anche del nostro!!!

Vini e Birre Artigianali

I nostri vini sono rigorosamente della zona di produzione di aziende vitivinicole piacentine che producono i vini DOC. I rossi sono: Gutturnio frizzante, Gutturnio Superiore, Barbera, Bonarda, i bianchi sono: Ortrugo, Monterosso Val d’Arda (tipico di Castell’Arquato), Malvasia secca e dolce.
La birra proviene da un’azienda agricola che utilizza il proprio orzo per la produzione della stessa.

Il Caffè

Il caffè viene preparato con la tradizionale caffettiera o moka per ricordare i sapori di casa di nostra.

I Nostri Liquori

Il Bargnolino o “bargnolein” è un tipico liquore della provincia piacentina, si ottiene dall’infusione delle bacche di prugnolo selvatico dal caratteristico colore blu, raccolte dai rovi spinosi verso fine settembre/ottobre. E’ una bevanda digestiva, alcolica e sciropposa.
Il Nocino è un liquore dal sapore intenso e speziato che si ricava dalle noci. La leggenda legata ai rituali magici e propiziatori vuole che le noci ancora acerbe e verdi, vengano raccolte dalle mani di una donna nella notte di San Giovanni Battista tra il 23 e il 24 giugno. Un’antica credenza narra che la rugiada formatasi in quella notte sia un rimedio contro ogni tipo di maledizione, specie per i problemi digestivi e i disturbi gastro-intestinali, per i quali il liquore è considerato un’eccellente soluzione.
Il Gineprino è un liquore ricavato dall’infusione delle bacche di ginepro e le foglie di basilico, è una ricetta antica lasciataci da una signora anziana.

Siamo aperti pranzo e cena SU PRENOTAZIONE proprio perché cuciniamo i nostri piatti al momento!

INDIRIZZO

Località Oddi, 5
San Michele
29020 Morfasso (PC)

CONTATTI

Tel: 0523 918338

Cell: 334 2239439
E-mail: info@larisorgiva.com

SEGUICI SU

PRIVACY POLICY
COOKIE POLICY

made with in Castell'Arquato, Italy by Emilia Agency | siti internet | grafica | comunicazione